New York City Opera: tutto pronto Pagliacci. Protagonista Francesco Anile il tenore di Polistena

Francesco Anile debutta l´8 settembre con tre successive repliche il 10, 11 ed il 13 al Rose Theater del Lincoln Center for the Performing Arts per il New York City Opera. Il tenore di Polistena (RC) va in scena con Pagliacci nei panni di Canio, passionale omicida del dramma in prologo e due atti di Ruggero Leoncavallo. Ambientato nella Calabria di Montalto Uffugo della seconda metà del 1800 l´opera racconta, con avanguardia realista, l´uxoricidio consumato nella cittadina calabrese di cui l´ autore stesso è testimone. Francesco Anile è a New York dal 15 agosto, impegnato nelle prove insieme all´ intero cast che calcherá il palcoscenico con l´opera Leoncavalliana. Canio (Anile) avrá al fianco Jessica Rose Cambio nei panni di Nedda; Michael Corvino sará Tonio; Gustavo Feulie: Silvio e Jason Karn: Beppe.< < Sono stati giorni intensi di prove e condivisione. – Fa sapere Anile da New York – La comunità italiana, ma non solo quella, che ho ritrovato in questa terra mi ricorda i viaggi dei migranti e la nostra speranza di trovare e realizzare i sogni di una vita. E portare in scena un´opera ambientata in Calabria, così come ogni volta che la eseguo, mi fa sentire ancor piú il senso dell´appartenenza. Perché Leoncavallo, nello scrivere il dramma “Pagliacci” non trascura scene e descrizione di personaggi, luoghi e tradizioni della mia terra. Dedico il mio debutto alle popolazioni colpite dal terremoto del centro Italia e il pensiero va alla ricostruzione e alla bellezza che viene dall´arte, Bellezza da insegnare soprattutto ai piú piccoli, di cui leggendo i quotidiani Italiani ho trovato traccia nelle parole del Maestro Muti, che condivido: “Il bambino, che si ciba di Bellezza, …bellezza che la Natura ha donato all’Italia e agli Artisti che hanno reso il nostro Paese ancora più grande e unico al mondo”> >.
Dal botteghino fanno sapere che per il debutto di Pagliacci per 8 settembre e le successive tre repliche i biglietti sono andati a ruba.
Anile Communications ©

About the author: tenorefa

Leave a Reply

Your email address will not be published.